LE MOSTRE DEI REPERTI AERONAUTICI RICUPERATI

20/21 aprile 2002.

 

Presso il “Museo Memoriale della Libertà” lo stand dell’Agmen, contenente materiale storico e pannelli fotografici illustranti l’attività complessiva del Comitato, è stato visitato da centinaia di persone provenienti da tutta Italia. Con alcune di queste, giunte espressamente, si sono presi accordi per future collaborazioni. Nelle due giornate sono state proiettati di continuo diversi filmati originali relativi ad alcuni ricuperi. Sabato 20 aprile - presenti Enzo Lanconelli, Paolo Cani, Fabrizio Raccagni col fratello, Antonio Vandelli e Gian Carlo Stella -, vennero a trovarci Daniele Reggiani, Stefano Ferrari, i fratelli Mirco e Paolo Caporali e Michele Terragnoli. Domenica è venuto in visita Marco Riccioni, al quale abbiamo dato incarico di accertare il luogo di impatto di un bombardiere americano, e nuovamente Michele Terragnoli. Lo stand rimase aperto anche il 25 aprile, ed è visitabile durante tutto l’anno previa richiesta al “Museo Memoriale della Libertà”.


 

Lo stand dell’Agmen presso il “Museo della Libertà” di Ansaloni in Bologna.

Il nostro Caporali, con moglie e figlio, in piedi in visita allo stand. Seduto Fabrizio Raccagni col fratello.

Vicenzo De Gaetano (a sinistra) a colloquio con un colonnello dei Carabinieri ed Arturo Ansaloni.

Un figurante Napoleonico in visita.

Figuranti storici della 32a Divisione “Marche” in visita allo stand.

Visitatori.

Il figlio del coordinatore responsabile di Agmen, Bruno Stella [4 anni], parcheggia la jepp americana fuori lo stand.

Visitatori.

Stefano Ferrari (a sinistra) e Daniele Reggiani.

Da sinistra Fabrizio Raccagni, Antonio Vandelli, Paolo Cani e Vincenzo De Gaetano.

 

Visitatori.